header photo

Vicenza Insieme

 Politica, impegno, ecologia, società, cultura… dal punto di vista di cittadini attivi

ingrandisci il testo rimpicciolisci il testo testo normale RSS Feed

Sostanze perfluorurate nell’acqua: a che punto siamo?

In data 26 luglio 2013, l’associazione VicenzaInsieme ha spedito ai sindaci dei comuni di Montebello, Gambugliano, Zermeghedo, Arzignano, Noventa Vic.na, Agugliaro, Campiglia, Sarego, Brendola, Lonigo, Sossano, Alonte, Asigliano, Orgiano, Pojana, Vicenza e per conoscenza agli On.li Federico Ginato e Daniela Sbrollini e all’ Assessore Regionale alla Sanità Luca Coletto una “Richiesta di chiarimenti sulle misure adottate riguardo il ritrovamento di sostanze perfluorurate nelle acque superficiali e potabili della provincia di Vicenza e comuni limitrofi” tramite posta elettronica certificata.
La stessa comunicazione è stata spedita a Acque del Chiampo, CVS e Arpav tramite raccomandata.

 

In seguito l’Associazione ha diramato il comunicato stampa qui di seguito riportato:

Acqua Bene Comune coordinamento di Vicenza e Acqua Bene Comune Comitato Valchiampo, assieme alle associazioni VicenzaInsieme e No alla Centrale hanno inviato oggi una richiesta di chiarimenti sulle misure adottate riguardo il ritrovamento di sostanze perfluorurate nelle acque superficiali e potabili della provincia di Vicenza e comuni limitrofi, indirizzata ai Comuni interessati dal ritrovamento di tali sostanze, ad Acque del Chiampo, all’ARPAV, a Centro Veneto Servizi e per conoscenza agli onorevoli Sbrollini e Ginato, oltre che all’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto.

Molti cittadini sono allarmati dalle notizie che si stanno susseguendo riguardo le sostanze ritrovate nella nostra acqua. Gli Enti pubblici non stanno comunicando nulla ai cittadini, che attualmente sono informati solamente attraverso i giornali, e si stanno rivolgendo a noi delle associazioni per capire se possono o no bere l’acqua del rubinetto.
Ci stiamo quindi facendo portavoce di un’esigenza, quella di ottenere informazioni chiare e trasparenti, che si sta diffondendo di giorno in giorno, ed è attualmente disattesa dagli Enti che dovrebbero farsene carico.”


Alcuni quotidiani on line (Vicenza Più, La Nuova Vicenza) hanno pubblicato la notizia.
Nessuno dei Sindaci interpellati, attualmente, ci ha ancora risposto in modo diretto, tuttavia alcuni risultati li abbiamo ottenuti: infatti alcuni pozzi sono stati chiusi e i Sindaci sembrano aver assunto un atteggiamento più prudente rispetto all’argomento in questione, suggerendo ai cittadini una maggiore cautela nel consumo dell’acqua di rubinetto.

Inoltre ci sono pervenuti i ringraziamenti da parte di cittadini che si approvvigionano da pozzi privati poiché grazie alle nostre segnalazioni, sono stati informati dei potenziali rischi che potevano correre.
Acque del Chiampo ci ha fatto avere un comunicato in cui è spiegato che stanno seguendo le indicazioni dell’Ist. Superiore di Sanità, mettendo in atto misure di attenuazione dei rischi, mediante filtri, o addirittura adottando misure di approvvigionamenti alternativi. Stanno monitorando la situazione assieme ad Arpav, ULSS, Consiglio di Bacino, tutti coordinati dalla Regione Veneto, nella persona della dott.ssa Francesca Russo.
Continuiamo a rimanere in attesa di ulteriori  comunicazioni dagli Enti interpellati, in modo da tenervi aggiornati tramite questo sito e tramite la nostra pagina facebook.

 

Anche voi potete fare qualcosa per rendere più incisive le nostre richieste: se abitate in uno dei comuni interessati da questo problema, o in zone limitrofe, chiedete spiegazioni ai vostri Sindaci ed agli Amministratori del vostro Comune. Ricordate che essi sono i Garanti della vostra salute ed è loro preciso dovere fornire tutte le informazioni in loro possesso in modo chiaro e trasparente.

 

Di seguito, potete leggere il testo della richiesta che abbiamo spedito:

______________________________________________________________________________________

Alla cortese attenzione di:     Spett.le Acque del Chiampo
ARPAV
CVS

Ai Sindaci dei Comuni di:            Montebello
Gambugliano
Zermeghedo
Sarego
Brendola
Arzignano
Lonigo
Noventa Vic.na
Sossano
Agugliaro
Alonte
Asigliano
Campiglia
Orgiano
Poiana
Vicenza

E per conoscenza:        On. Federico Ginato
On. Daniela Sbrollini
Ass. Reg. alla Sanità Sig. Luca Coletto

OGGETTO: Richiesta di chiarimenti sulle misure adottate riguardo il ritrovamento di sostanze perfluorurate nelle acque superficiali e potabili della provincia di Vicenza e comuni limitrofi.

In seguito a diversi articoli apparsi di recente sul Giornale di Vicenza, è stato reso noto alla cittadinanza che le acque potabili della provincia di Vicenza sono contaminate da sostanze perfluorurate.

Visti i documenti finora divulgati dagli Enti responsabili, ed in particolare il parere dell’Istituto Superiore di Sanità del 10 giugno 2013 con le relative raccomandazioni sulle misure urgenti da adottare per la mitigazione dei rischi, prevenzione e controllo, estese alla filiera idrica destinata a consumo umano nei territori interessati*, i Comitati Acqua Bene Comune Valchiampo e Vicenza, le associazioni VicenzaInsieme e NO ALLA CENTRALE

CHIEDONO

1. quali di queste misure urgenti sono state finora adottate;

2. quali sono le strategie che si intende intraprendere nel medio-lungo periodo per “l’identificazione e rimozione delle fonti di pressione e dell’origine della contaminazione”*;

3. in che modo si intende procedere per attivare “sistemi efficaci di comunicazione in materia di qualità delle acque rispetto al rischio correlato ai contaminanti in oggetto per garantire il diritto di informazione per i cittadini”*, in particolare di quei cittadini che si approvvigionano da pozzi privati, sui quali non sono stati fatti controlli.

CHIEDONO INOLTRE

4. che vengano aggiornate le analisi esposte sulle bacheche dei punti vendita delle “CASE DELL’ACQUA” diffuse sul territorio, in modo tale da recare ANCHE le quantità di PFASs presenti.

Dato il vostro ruolo di garanti della salute pubblica, sollecitiamo da voi delle risposte chiare, facendoci portavoce delle istanze e delle preoccupazioni di un numero sempre maggiore di cittadini.

Mara Bagatella, portavoce del Comitato Acqua Bene Comune Valchiampo
Filippo Canova, coordinamento Acqua Bene Comune Vicenza
Nadia Zanovello, Presidente di VicenzaInsieme
Nereo Sottoriva, Presidente di NO ALLA CENTRALE

Vicenza, 26 luglio 2013

_______________________________________________________________________

* parere dell’Istituto Superiore di Sanità del 10 giugno 2013 con le relative raccomandazioni, pagina 4

Nessun Commento »

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Vuoi essere il primo a lasciare un commento per questo articolo? Utilizza il modulo sotto..

Lascia un commento